Thursday, June 25, 2009

minnie un anno fa


Piada Trophy - preparativi

  • chiedere ferie --> fatto
  • prenotare albergo --> fatto
  • iniziare dieta che a zervia bisogna essere leggeri --> inizio lunedi' (forse)
  • comprare svuotatore nuovo --> G. scendi in negozio e controlla se ce l'hanno
  • comprare barrette/banane/succhi --> ora vado al super

Wednesday, June 24, 2009

Piada Trophy






If you ever need a regatta to remind you why you sail a Snipe, then attend next year’s Piada Trophy. You won’t be disappointed, no matter how well you sail!
Se hai bisogno di una regata che ti ricordi il perché regatare con lo Snipe, allora partecipa il prossimo anno al Piada Trophy. Non rimarrai deluso, non importa come vadano le regate!
La frase è di Kathleen Tocke, entusiasta dopo l'edizione 2008, e sintetizza benissimo lo spirito della regata.
Si avvicina l'appuntamento romagnolo del 3 - 5 luglio, quest'anno vero e proprio "Pre-Worlds", in vista sia del Mondiale Master di Trieste (che inizierà la settimana successiva), sia del Mondiale assoluto di San Diego.
Saranno molti gli equipaggi stranieri presenti, per testare barche e materiali. Ci saranno non solo equipaggi Master, ma anche equipaggi senior, in grado di vincere il Monidale assoluto.
Per gli italiani un'opportunità unica di incontrarsi con molti campioni stranieri che, nel vero spirito della Classe Snipe, saranno disponibili per scambiare idee, suggerimenti, consigli.
Oltre alle regate ricordiamo l'ormai tradizionale gara di go-kart, cene e spuntini romagnoli e, per chi vuole ed ha ancora energie, la vita notturna a Milano Marittima.
Chi ci sarà? Ovviamente l'elenco dei partecipanti non è ancora definitivo. Mancano ancora conferme, ma possiamo fare alcuni nomi.
Iniziamo da chi viene da più lontano: Kenji Abe dal Giappone. Anche quest'anno il vicecampione del Mondo non vuole mancare la regata.
Dagli Stati Uniti ci saranno Augie Diaz - Kathleen Tocke (campioni USA in carica e due Mondiali assoluti per Augie), Eric Reinke, Jerry Thompson, Don Bedford, Joel Zackin, Robert Panza.
Dal Brasile è certa la presenza di Bruno Bethlem (campione Western&Orient Hemisphere) con Beto Paradeda. Molto probabilmente regaterà anche un altro brasiliano Alexandre Tinoco, che attualmente vive a New York.
Il portoghese Miguel Graca, che ha creduto nel Piada sin dalla sua nascita, arriverà dalla Germania (regata con i colori tedeschi).
Dal Belgio sono previste circa sei barche. Ci saranno tra gli altri Manu Hens, Thierry den Hartigh, Bart Janssen, Jan Peeters. Tutti velisti molto forti che in Italia ben conosciamo.
Dalla Norvegia arriveranno Birger Jansen, Johan Mejlander, Jorn Haga, Fredrik Kaiser.
Infine un velista molto amato in Italia: il danese Jan Persson, famoso per i suoi Snipe, ha garantito la sua presenza.

Tuesday, June 23, 2009

Monday, June 22, 2009

Trofeo dei 4 Venti

Lo so, lo so, sono una lamentina.
Mi lamento quando c’e’ vento.
Mi lamento quando non c’e’ vento.
Mi lamento quando c’e’ onda.
Mi lamento se fa freddo.
Mi lamento se fa caldo.
Oggi mi lamento perche’ non mi ricordavo che stare 4 ore seduta in barca fa terribilmente male alle chiappe. Credo mi si sia formata la tipica callosità ischiatica dei babbuini. Le donne sognano di avere il sedere da brasiliana e mi ritrovo invece con un sedere da babbuino.
Pero’ mi sono divertita tanto a svegliarmi alle 6,30 di domenica mattina per farmi il sedere a babbuino. Strano sport la vela …

Trofeo dei 4 venti, LNI di desenzano.

Decidiamo di andare sabato pomeriggio, d’impulso. Andiamo? Si ok, finisco di stirare e partiamo. Finisco di stirare e il cielo si scatena in uno spettacolo di fulmini impressionante. Andiamo lo stesso? Sì ok andiamo.
Carichiamo tutto, riempiamo all’inverosimile le ciotole dei gatti e via.
Arriviamo in lega che gia’ stanno cenando. Quante derive!!! E’ proprio un bel circolo e c’e’ una bella atmosfera di festa.
Ci accoglie steven, armiamo velocemente fricolo e ci iscriviamo. Non ci uniamo alla festa, ma andiamo a cena dalla nonna tilde, e poi a letto presto che domani c’e’ il briefing alle 7.30.
a che ora??
7.30
Eh?
7.30
Ah.

Sveglia alle 6.30 mangiamo chili e chili (o si scrive kili?) chilogrammi e chilogrammi (taglio la testa al toro, viva il toro, povero toro) di pane e marmellata e osserviamo compiaciuti un bel pelerino dalla finestra.
Corriamo in lega per scoprire amaramente che il pelerino ce lo siamo immaginato.
Armiamo la barca sotto gli sguardi dei ragazzi del 420 che guardano perplessi la nostra deriva made in acciaierie Falck che brilla sotto i raggi del sole. Altro che plastica e carbonio!!! Questi ragazzi moderni non hanno idea di cosa significhi sollevare 12 kg di deriva (disse nonna abelarda).
Briefing e via, 67 barche in acqua.
Noi ci siamo tutti. Manca solo il vento.
Dopo poca attesa arriva uno sbruffettino di vento che ci permette di partire.
Attimi di confusione. Da che parte si parte? E la boa del disimpegno dove la si lascia?
Fortunatamente sulla nostra barca c’e’ sempre qualcuno che sa tutte le risposte.
Nella fretta ci siamo dimenticati a casa due cose da nulla: orologio e portabussola.
Malgrado il countdown spannometrico riusciamo a partire bene e a sgommare verso la boa di disimpegno e poi via sereni verso Padenghe. Gli skiff partono a razzo e noi non skiff seguiamo un po’ meno a razzo.
Giriamo la boa di Padenghe in ottima posizione per essere dei non skiff. Alla boa c’e’ un sub che ci fa le foto. Chissa’ come viene bene la nostra deriva delle acciaierie Falck da sotto!
Il vento cala. Un 420 ci passa a suon di pompate. La boa di Moniga pare lontanissima e il FJ pare avvicinarsi sempre piu’.
Giriamo sempre bene la boa di Moniga e via al traverso. Tangoncino e giu’ verso il castello di Sirmione. Oh com’e’ largo questo lago da attraversare. Resistiamo, tallonati dal FJ. A poche decine di metri dalla boa di Sirmione il vento cala e il FJ ci passa e si allunga. Loro girano la boa e noi siamo li’, rivettati sull’acqua.
Gli skiff sono gia’ al traguardo, hanno disarmato le barche, fatto la doccia e stanno bevendosi una birra ghiacciata. Noi senza vento siamo fuori dai giochi.
Ohhhhhhh disperazione. Ma, come dice buddy, never give up. Riusciamo a girare la boa ma il FJ ha virato ed e’ gia’ lontano.
Gio preferisce non virare, spera in un bell’ander. Speranza vana. L’ander non arrivera’ mai. Arrivano degli strani giri di vento che ci fanno fare virate inutili e che ci stanno portando all’esasperazione. Il FJ e’ abbastanza fermo, noi ci muoviamo in tondo. D’un tratto arriva un venticello che sospinge sia noi che il FJ all’arrivo.
Dai che ce la facciamo!!!
Ce l’abbiamo fatta?
Bho, tu cosa dici?
Non so.
Nemmeno io so.
Ho male al sedere.
Anche io.

In fila davanti al pentolone della pasta incontriamo l’equipaggio del FJ che ci fa i complimenti. Allora significa che ce l’abbiamo fatta a passarli!
Allora significa che avere un timoniere che ha passato l’infanzia e l’adolescenza a cercare bavette d’aria nei canneti del basso Garda ha un senso!
Allora anche questo mal di sedere ha un senso!
Andiamo a vedere le classifiche ed effettivamente li abbiamo passati di 2 soli secondi. Dopo 4 ore di regata. Pero’ in compensato ci hanno battuti. Cosi’ siamo contenti tutti e quattro.

La regata e’ stata vinta da Giovannelli e Barziza sul 49er, noi siamo arrivati 12mi (credo) in tempo reale e 10mi (credo) in compensato. Tantissimi ritirati.
Alla premiazione c’erano anche ricchi premi e cotillons a sorteggio. Abbiamo vinto un buono acquisto di 50 euro in un negozio di nautica. Mi comprero’ dei pantaloncini imbottiti sul sedere...


risultati, commenti e foto:
http://trofeodei4venti.blogspot.com/
http://derivedelbassogarda.blogspot.com/

Monday, June 8, 2009

Danimarca

vado, sorvolo e fotografo il campo di regata del mondiale per accurata analisi, mangio 3 scatole di danish cookies, lavoro un po' e poi torno

Friday, June 5, 2009

ed eccoli qua

Alberto Azzi, Goffredo Azzi, Gio De Giuli, Marco Bocia Ferrari
Vice Campioni Italiani Fun 2009


Wednesday, June 3, 2009

i fratellazzi

è stato un weekend intenso:
- gio mi ha bidonata per la regata snipe
- gio ha vinto con il contender la nazionale di gravedona. avendomi bidonata, non gli avrei permesso nessun altro risultato se non questo :-)
- il salvi ha fatto la regata del millennio passando davanti a tutti la prima boa
- gio vuole le centrature del salvi
- ho detto alla mia parrucchiera "fammi come audrey tautou" e lei mi ha fatto come philippe daverio
- miki, uomo testardo, continua nell'avvicente hobby vado in bici e casco di faccia
- alice, in concerto con la sua chitarra elettrica, sembrava veramente avril lavigne (ma piu' bella)
- mostrando orgogliosa ad alice la nostra produzione orticola ho inavvertitamente staccato una zucca dalla pianta. sono una pessima contadina.
- lavoretti e barbatrucchi allo snipe: finalmente mi sono liberata del vang
- ma gio sapra' usarlo il vang?
- alla regata snipe sono venuti giu' gli alberi. per fortuna gio mi ha bidonata.
- al ritorno dal lago ricevo un sms che mi fa piangere
- l'sms mi informa che I FRATELLAZZI SONO VICECAMPIONI ITALIANI FUN!!!!!!!!

















gioia e gaudio :-)